Qualunque sia il tuo "gioco", forse, se vuoi portarlo al livello successivo, l'ipnosi è il modo.
Nel 1929, pochi anni dopo aver inventato la tecnologia chiamata elettroencefalogramma (EEG), Hans Berger capì che l'attività del nostro cervello non si ferma neanche quando non facciamo nulla attivamente. Il dottor Berger notò che mentre la persona connessa alla macchina EEG stava riposando, l'ago della macchina EEG stava rilevando attività nel cervello. Le scoperte degli esperimenti condotte da questo psichiatrica tedesco furono ignorate dal resto della comunità scientifica molto più preoccupata della "attività cosciente" della mente. Ci vollero più di 70 anni perché il mondo capisse che la scoperta di Berger era la chiave per una nuova porta verso la nostra mente mostra che anche quando sembra che il nostro cervello sia “spento". Questo potente sistema, quello che è "attivo" quando siamo “disattivi", è spesso responsabile della creazione di intuizioni e scoperte. Questo sistema è ciò che chiamiamo "la mente subconscia". “
I grandi performers non sperano solo di essere "at the top of their game". Creeranno attivamente una condizione che gli permetterà di dare il loro meglio durante la performance.
Nell'ipnosi, l'esperienza sensoriale può essere modificata; l'esperienza del corpo può essere modificata e, in particolare, è possibile controllare il dolore. Il soggetto in ipnosi può dirigere efficacemente la sua introspezione nei diversi settori del suo corpo, e può allargare o ridurre le sensazioni che provengono dal suo corpo, può alterare i parametri fisiologici sensibili come il battito cardiaco, il ritmo respiratorio, la temperatura pelle.
Nell'ipnosi, c'è la possibilità di alterare la qualità e la quantità del controllo muscolare volontario, della motilità e in particolare di modificare alcune modalità del funzionamento del nostro organismo, credute al di fuori di qualsiasi controllo volontario, come quelle del sistema neurovegetativo, del sistema neuroendocrino e il sistema immunitario.
Le emozioni sono una risposta dell'organismo ai momenti dell'esistenza. Mentre il controllo volontario delle emozioni nello stato di veglia sembra essere un compito particolarmente difficile, nell'ipnosi queste possono essere amplificate o ridimensionate; e c'è anche la possibilità di spostarsi improvvisamente da un'emozione all'altra in relazione ai suggerimenti dati dall'ipnotizzatore.
Tutto questo, sopra elencato, può servire attori, artisti, atleti, performers (un manager che parla al suo team, uno studente  che fa un test, ect ) a qualsiasi livello, professionale e amatoriale. L'ipnoterapia può servirti per diventare le tue potenzialità e far si che la tua performance supere le tue aspettative. 
Back to Top